« ottobre 2017  
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

I nostri esperti: Sabrina Manchi

sabrina manchiBiologa, laureata all’Università La Sapienza Roma nel 1999 con una tesi sperimentale sul muflone dell’Appennino settentrionale, oggi possiede una pluriennale esperienza sugli orsi bruni. Tra il ‘96 e ‘98 ha condotto attività di ricerca nel Parco Naturale dell’Orecchiella (LU) nell’ambito di un progetto di ricerca sull’ecologia e gestione del lupo e delle sue prede: cattura di mufloni e marcatura con radiocollari, radiotelemetria, osservazioni demografiche e comportamentali, monitoraggio dei lupi residenti mediante tracciatura su neve (snow-tracking) e ululato indotto (wolf-howling).

Dopo un tirocinio post-laurea svolto nell’ambito del “Progetto Interreg Lupo Piemonte” nel Parco Naturale dell’Alta Valle Pesio e Tanaro (CN) e nel Parco Naturale delle Alpi Marittime (CN) che l’ha vista impegnata in attività di ricerca e monitoraggio dei lupi, ha ricevuto nel 2001 un incarico dal Dipartimento di Biologia Animale e dell’Uomo dell’Università di Roma “La Sapienza” nel Progetto “Lupo e Cinghiale del Parco Nazionale del Cilento” presso il Parco Nazionale Del Cilento e Vallo di Diano, dove ha svolto diverse attività di monitoraggio e ricerca sulle popolazioni di lupi e cinghiali presenti nel Parco.

Nello stesso anno ha vinto una borsa di studio post-laurea per l’estero, si è trasferita in Svezia per lavorare nel pluriennale Progetto Internazionale: “Scandinavian Brown Bears Research Project”, il più importante progetto di ricerca sull’orso bruno in Europa. Qui ha collaborato alla cattura e marcatura con radiocollare degli orsi, ha seguito gli orsi tramite la radiotelemetria, li ha osservati dall’elicottero, ne ha studiato le preferenze alimentari, individuato le tane, studiato il comportamento spaziale, il “sonno invernale” e i fattori coinvolti nella sua induzione. Ha confrontato gli aspetti ecologici e comportamentali tra due popolazioni scandinave di orso bruno presenti a diverse latitudini. Ha quindi pubblicato i risultati della sua ricerca sulla rivista scientifica Wildlife Biology con il titolo“Denning behaviour of Scandinavian brown bears (Ursus arctos)” di Sabrina Manchi & Jon Swenson.

Ha continuato ad occuparsi di orsi in Italia: nel 2002–2003 in Trentino con un incarico annuale di collaborazione dal Servizio Faunistico della Provincia Autonoma di Trento relativo alla gestione della popolazione di orso bruno nel Trentino. Le principali attività svolte hanno riguardato i rapporti internazionali e la gestione della comunicazione. In questo ambito ha tradotto e pubblicato in italiano il libro “Is the brown bear dangerous?” realizzato in Svezia dallo “Scandinavian Brown Bears Research Project”.

Nel 2004 ha ricevuto un incarico di collaborazione dal Parco Nazionale della Majella come responsabile scientifico nella realizzazione del Museo dell’Orso nel comune di Palena (CH), inaugurato il 4 giugno 2005. Oggi continua a collaborare col Parco Nazionale della Majella per la realizzazione delle azioni di competenza previste dal Progetto Internazionale Life Coex – Miglioramento della coesistenza tra grandi carnivori e attività agro-silvo-pastorali nell’Europa meridionale – e dal Programma di azioni urgenti per la salvaguardia dell’Orso bruno marsicano.

Ha collaborato in diversi parchi italiani (e collabora) ad attività monitoraggio della fauna, censimenti, catture di ungulati.

E’ membro dell’International Association for Bear Research and Management (IBA) dal 2002 e inclusa nel “Bear Specialist Group – European Expert Team” dal 2003.

Contatto: Sabrina Manchi