« marzo 2012 »
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
mar  12
30

Baja California, deserto missioni e balene

Una natura incontaminata e spettacolare dove a ogni curva della pista si rimane stupefatti per la bellezza e la varietà di una natura grandiosa e selvaggia. Baie, lagune, dune e montagne che si protendono in un mare cristallino sia nell’Oceano Pacifico che nel Mare di Cortez. È proprio in queste baie che tra Febbraio e Marzo giungono centinaia di balene. Con lance a motore, condotte da esperti “lancheros”, ci accosteremo a pochi metri da questi stupendi animali per ammirarli nei loro lenti e suggestivi movimenti e a volte anche accarezzarli.

Un’emozione unica che si può provare solo qui e che da sola vale il viaggio. Ma la Baja California è anche un mondo di incontri con foche e delfini, di montagne, di incisioni rupestri preistoriche, di distese di cactus giganti, di oasi verdeggianti e di palme in mezzo a strettissimi canyons dove si trovano antiche e inaspettate missioni gesuitiche con la tipica architettura coloniale (San Javier, Mulegè, Santa Rosalia, San Ignacio).

Ma anche la costa del Pacifico con un bel percorso off road fino alla Bahia Magdalena e l’isola omonima con dune bianche e colonie di uccelli, l’escursione all’isola di Espiritu Santo, e l’incontro con la colonia di leoni marini, La Bahia Conception con le sue rocce colorate e il mare azzurro cristallino. Tutti i gruppi sono accompagnati da esperta guida italiana.

Periodo di riproduzione delle balene grigie:
I mesi di presenza delle balene nella laguna di San Ignacio e nella Bahia  Magdalena  sono da metà Gennaio a metà Aprile.

6-14 partecipanti

Trasporti – Si utilizza il grosso automezzo fuoristrada americano tipo Chevrolet Suburban fino a 7 passeggeri + autista/guida -  una Suburban + una jeep Patriot da 8 a 10 partecipanti – n. 2 Suburban da 11 a 14 partecipanti.
Organizzazione – Per il mezzogiorno si effettuerà una sosta per il pranzo a pic-nic o in ristoranti locali. Guida italiana residente in loco.
Pernottamenti – Gli hotel previsti sono tutti di ottimo livello. Le notti previste alla laguna di San Ignacio avvengono in grandi tende tipo igloo, come da descrizione. NON E’ PREVISTA LA TENDA SINGOLA MA SOLO DOPPIA.
Clima – Il clima è caldo, secco e soleggiato tutto l’anno. In inverno, autunno e primavera le medie sono di 25°-30° di giorno e 15°-20° di minima. Nei mesi estivi le temperature diurne oscillano attorno ai 35°-40° e quelle notturne da 20° a 25°
Disposizioni sanitarie – Non è richiesta alcuna vaccinazione obbligatoria.

supplemento singola € 250
(**) partenza speciale Arte Rupestre, durata 12 giorni € 3.360 / Sgl € 280
tasse aeroportuali e security surcharge   € 370 (circa)(*)
copertura assicurativa “all inclusive”  (assistenza sanitaria, rimborso spese mediche, bagaglio,
infortuni, “rischio zero”) incluse spese amministrative € 70
assicurazione annullamento viaggio facoltativa comprensiva dell’assicurazione integrativa medico/bagaglio 4%
assicurazione integrativa facoltativa medico/bagaglio (per aumentare da € 15.000 a € 55.000 il rimborso delle spese mediche in loco e da € 750 a € 1.500 il rimborso bagaglio) € 45
spese gestione pratica € 80
(*) l’importo delle tasse aeree è indicativo in quanto dipende dal rapporto di cambio del
USD e del costo del petrolio, stabilito dalle compagnie aeree. Il valore esatto viene definito
all’atto dell’emissione dei biglietti aerei ed è specificato sul biglietto.

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° giorno / Italia – Mexico City – La Paz Partenza al mattino dall’Italia per Mexico City con voli di linea via città europea. Arrivo a Mexico City e coincidenza con Aeromexico per La Paz, capitale della Baja California, circondata da un arido deserto e costruita in mezzo ad antichi alberi di lauro e palmizi di cocco e datteri. Pasti a bordo. Arrivo in tarda serata, accoglienza da parte della guida italiana, trasferimento in hotel e pernottamento.

2° giorno / escursione all’isola Espiritu Santo Prima colazione in hotel. Breve trasferimento in auto fino alla punta orientale della penisola che delimita la baia di La Paz, la cui costa è disseminata di bellissime baie, per raggiungere l’infinita Playa del Tecolote. Qui ci si imbarca su un veloce motoscafo alla volta dell’Isola Espiritu Santo, (Parco Naturale), di cui si effettua il periplo. La costa est è caratterizzata da imponenti scogliere rocciose rosse intercalate ad antiche colate laviche nere. Nella punta nord, presso la scogliera de Los Islotes, si potrà incredibilmente nuotare nelle acque cristalline in compagnia dell’amichevole colonia di leoni marini che vi risiede tutto l’anno. Un’esperienza unica, assolutamente non difficile o pericolosa, ma decisamente emozionante (Maschere e pinne sono fornite dall’organizzazione. Nel caso la temperature dall’acqua fosse un po’ fredda saranno a disposizioni anche mute in neoprene). Si ritorna verso sud costeggiando questa volta la costa ovest caratterizzata da stupende baie di sabbia bianca lambite da acque incredibilmente verdi. Sosta sulla splendida spiaggia di Ensenada Grande, picnic e possibilità di un altro bagno. Si prosegue fino alla terraferma, si prosegue per La Paz e tempo a disposizione per shopping nella piacevolissima capitale della Baja California Sur. Cena libera e pernottamento in albergo.

3° giorno / La Paz – Loreto Prima colazione in hotel. Avrà quindi inizio il circuito per la visita della penisola, con grossi e comodi veicoli fuoristrada di modello americano condotti da esperti autisti (una delle vetture sarà condotta dalla guida italiana). La Baja California è una penisola scoperta dal navigatore Cortés nel 1533, che si protende nell’Oceano Pacifico come prolungamento della California americana, ma parallela al Messico a cui appartiene. E’ separata dal Messico dal Mare di Cortés. E’una terra arida e desertica ostile agli insediamenti umani che offre un’incredibile varietà di paesaggi: dalle Sierre dell’interno punteggiate da una flora endemica (più di 4000 specie di cui oltre 700 endemiche), famosi i grandi cactus giganti, alle oasi verdeggianti, alle stupende baie delimitate da acque turchesi, alle dune costiere o agli strapiombi dei selvaggi canyon. Ci si addentrerà attraverso un ripido canyon, fino al cuore della Sierra de la Giganta dove, in una verde oasi, i gesuiti costruirono nel 1699 la missione di San Javier, un vero gioiello architettonico a 700 metri d’altezza. Arrivo a Loreto nel pomeriggio e sistemazione in hotel. Pranzo incluso e cena libera.

4° giorno / Loreto – Santa Rosalia Prima colazione in hotel. Visita alla cittadina molto graziosa, del porticciolo dove nidificano decine di pellicani e alla missione, la prima creata dai gesuiti in California nel 1697 e all’annesso interessante museo. Partenza per Santa Rosalia. La strada, asfaltata, dapprima si snoda nel deserto disseminato di cactus, poi costeggia Bahìa Concepciòn che, con le sue innumerevoli baie e insenature di incredibile bellezza e stupefacenti colori, ci accompagna fino all’oasi di Mulegè e al suo corto fiume che scorre tra migliaia di palme da dattero. Dopo aver visitato la sobria missione, proseguiremo fino a Santa Rosalìa, le cui vestigia di un ricco passato minerario, ci portano indietro nel tempo, mentre passeggiamo per le pittoresche stradine della vecchia colonia francese delimitate da caratteristiche case in legno in stile coloniale. Sistemazione in albergo. Cena libera.

5° giorno / Santa Rosalia – San Ignacio – Laguna di San Ignacio Prima colazione in hotel. Dopo aver attraversato l’arida zona vulcanica di Las Virgenes, ci inoltreremo nel deserto del Vizcaino. Si raggiunge San Ignacio, la seconda oasi della zona, sede di una tra le più belle missioni del secolo XVIII. Dopo una breve visita al Museo delle Pitture Rupestri, viaggeremo su pista sterrata dirigendosi verso la costa del Pacifico fino all’accampamento, sede temporale di un gruppo di biologi provenienti da diverse parti del mondo che, tutti gli anni si riuniscono in questo periodo per studiare la Balena Grigia. Nel pomeriggio escursione ad un lago salato completamente bianco che crea un bellissimo contrasto con le montagna scura alle spalle. Passeggiata in questo luogo magico. Cena nel ristorante del campo. Pernottamento in tenda. Il campeggio e strutturato con grandi tende fisse a igloo con 2 lettini da campo. Sacco a pelo e lenzuola sono fornite dall’organizzazione locale. Toilette e docce in comune, ma pulite ed efficienti. Una struttura ristorante in legno è adibita a ristorante. Il menù è fisso ma di ottima qualità e piuttosto vario. E’ una sistemazione comunque confortevole e molto suggestiva: si ha veramente l’impressione di essere in un luogo isolato dal mondo, una specie di base scientifica. E’ l’unica sistemazione possibile, dato che in zona non esistono alberghi.

6° giorno / Laguna di San Ignacio Tutti gli anni, in inverno, migliaia di balene grigie emigrano dalle regioni artiche alle calde acque della Bassa California, per dare alla luce i balenotteri e continuare la magia del ciclo riproduttivo, nelle protette lagune del Pacifico. Esperti “lancheros”, manovrando rapide imbarcazioni fuoribordo, ci permetteranno di realizzare incontri ravvicinati con questi pacifici giganti. In mattinata prima uscita in barca nelle acque della Laguna San Ignacio, dichiarata dal Governo Federale “Rifugio naturale delle balene grigie”, dove i grandi cetacei, essendo molto protetti, non temono l’uomo e spesso si avvicinano tanto da farsi accarezzare. Nel pomeriggio seconda escursione all’avvistamento delle balene. Non si può descrivere l’emozione di poter vedere e spesso anche accarezzare questi giganti marini. Per l’ora di pranzo si rientra al campo. Cena e pernottamento in tenda.

7° giorno / Laguna di San Ignacio – Bahia Magdalena Dopo la prima colazione, seguiremo il percorso della Baja 1000, la leggendaria corsa fuoristrada che tutti gli anni attraversa l’intera penisola da nord a sud. Percorrendo piste tra i miraggi e le sterminate distese dei “salitrales” (laghi salati) e attraversando isolati insediamenti pescatori, giungeremo alla splendida Bahìa San Juanico, dove pranzeremo in un ristorante. Proseguiremo poi per l’oasi di La Purisima, per poi raggiungere in serata Bahìa Magdalena, la nostra seconda tappa per l’osservazione dei grandi cetacei. Cena libera e pernottamento in hotel.

8° giorno / Bahia Magdalena – La Paz La mattinata sarà dedicata all’esplorazione dello svariato ecosistema della magica baia a bordo di imbarcazioni a motore. Anche se la balena grigia rappresenta la principale attrazione in queste acque, non mancheranno gli incontri con leoni marini, delfini, cormorani, pellicani e falchi pescatori che affollano isolotti ai margini di distese di mangrovie. Sbarcheremo poi sull’Isola Magdalena, abitata da poche decine di pescatori, per ammirare la maestosa distesa di bianche dune latte che si perdono nelle onde blu dell’oceano dove si trovano vere e proprie collezioni di conchiglie. Nel semplice ristorante di Puerto Magdalena, l’unico centro abitato di tutta l’isola, si potrà degustare un ottimo pranzo a base di pesce. Rientro a terra e proseguimento per La Paz. Cena libera e pernottamento in albergo.

9° giorno / La Paz – Italia Al mattino molto presto trasferimento in aeroporto e imbarco sul volo di linea per il rientro in Italia, via Mexico City e capitale europea. Pasti e pernottamento a bordo.

10° giorno / Italia Arrivo in Italia in mattinata.

  • PREZZO: con partenza da Milano / Roma: Euro 2.580 per persona
  • LA QUOTA INCLUDE: i voli di linea da Milano a La Paz in classe economica, accoglienza e trasferimenti aeroporto / hotel e viceversa con bus privato, i pernottamento previsti in hotel in camere a due letti con prima colazione, n. 2 pernottamenti in tenda, N. 2 cene e n. 6 pranzi (alcune a pic-nic) come specificato, trasporto con automezzi fuoristrada di tipo americano con 7-8 posti, guida italiana o locale di lingua italiana, tutte le escursioni previste e i relativi ingressi, dossier informativo sul paese.
  • LA QUOTA NON INCLUDE: tasse aeree, visto, spese gestione pratica e assicurazione: circa 300 Euro