« marzo 2012 »
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  
mar  12
5

Costa Rica: turismo responsabile tra i due Oceani

Costa Rica, il paese più ricco in felicità del mondo!
Conosceremo una  Costa Rica autentica alloggiando presso famiglie di agricoltori nella Zona Nord. Durante il viaggio avremo la possibilità di camminare nei Parchi Nazionali, in sentieri che custodiscono dei veri “gioielli” della Natura come: il Fiume Celeste, il Vulcano Arenal, la Cascata del Fiume Fortuna, ed altre meraviglie. Scenderemo verso la Costa Atlantica e a Buenos Aires de Guápiles visiteremo piantagioni di banane biologiche. Raggiungeremo la Costa Caraibica e nel Parco Nazionale di Cahuita passeggeremo sulle spiagge circondati da una lussureggiante vegetazione. Dai Caraibi passeremo alla Costa del Pacifico (Parco Manuel Antonio), attraversando l’imponente Cordillera de Talamanca. Un viaggio indimenticabile!

Programma

1° giorno: ritrovo dei partecipanti all’aeroporto di Milano, incontro con l’accompagnatore e check in. Partenza con volo Iberia via Madrid. Arrivo a San José. Transfer e sistemazione nell´eco-albergo “El aranjuez”, situato in un vecchio distretto di San Josè, offre il comfort e la tranquillità delle abitazioni costaricensi degli anni ’30.  Cena nel ristorante  “la Casona tipica”  a San José.

2° giorno: dopo una deliziosa colazione, partiamo verso il vulcano Irazù (il più alto del Costa Rica).
Il Parco Nazionale del Vulcano Irazù è situato nel massiccio centrale, approssimativamente 31 km nord est della città di Cartago. Pranzo al sacco nel Parco Nazionale.
Continuiamo il nostro viaggio verso una delle più belle e conosciute valli del Costa Rica: la Valle di Orosi. Ma prima di arrivare alla valle ci fermeremo in Paraiso, a visitare il Giardino delle Orchiedee di Lankaster, nel pieno della stagione di fioritura.
Sistemazione nella fattoria ecologica La Flor de Paraiso. Prima di cena avremo tempo di visitare il giardino botanico e delle piante medicinali. Cena in fattoria.

3° giorno: dopo la colazione, con il piatto tipico, il gallo pinto, tutti pronti per partire ed andare verso il Mar dei Caraibi. Lungo la strada sosta per il pranzo in un ristorante titpico.
Visita alla scoperta della riserva indigena Kekoldi e della cultura Bri Bri. La guida che ci accoglie ci illustrerà anche il centro di riproduzione della Iguana verde e ci racconterà alcune delle storie mitologiche di questa cultura locale. Con una breve passeggiata attraverso piantagioni di cacao e coltivazioni di piante medicinali, raggiungeremo la comunità Kekoldi, dove alloggermeo per due notti.
La stagione ci permetterà inoltre di osservare con una certa facilità il fenomeno migratorio degli uccelli selvatici, che si svolge principalmente in questo periodo dell’anno. Cena in Kekoldi.

4° giorno: dopo una buona colazione, insieme alla guida, a piedi ci dirigiamo verso le cascate, dove ci fermeremo per il pranzo (al sacco). Nel pomeriggio ancora brevi, rilassanti, passeggiate per assaporare la bellezza e la natura dei luoghi. Cena in Kekoldi.

5° giorno: colazione e partenza per Carbòn Dos Community di Cahuita. Sistemazione nella Casa Calateas, una sistemazione agro-ecologica della Associazione per la Preservazione e la Sviluppo di Carbòn Dos, i cui membri appartengono ad una comunità contadina locale. Questi ricavano sostegno economico dall’utilizzo sostenibile della foresta e dei suoi prodotti, commercializzando prodotti biologici (cacao e banane) e preservando l’ambiente. Pranzo nel centro di Cahuita.
Nel pomeriggio visita al Parco Nazionale di Cahuita. Cahuita viene dal termine “kawe” che significa “sangrillo” (albero della zona) e “ta” che significa “punta”, ossia “punta sangrillo”. Il parco comprende un’area di 1.106  ettari  nella parte terrestre, 600 ettari nella zona corallina e 22.400 ettari nella parte marina. Il parco possiede una delle barriere coralline più sviluppate della costa caraibica  ed è una tra le più importanti della Costa Rica. E’ veramente una delle zone più belle del paese, per le sue spiagge bianche, per le innumerevoli palme di cocco, per il suo mare turchese e le barriere coralline. “Noche Caribeña”: cena con rondón (piatto tipico) e musica calypso.

6° giorno: nel cuore del Costa Rica, incontro con la popolazione rurale. Iniziamo il nostro viaggio verso Garabito de Agua Zarcas, che si trova al confine del Parco Nazionale Castro Blanco che include ampi bacini idrici ed è di grande importanza per la zona settentrionale del paese. Cena e pernottamento presso le famiglie del villaggio.

7° giorno: dopo colazione con le famiglie, partiamo verso la Comunità di San Marcos de Cutris. Nel corso della visita incontreremo alcune famiglie che ci accompagneranno nella visita dei loro possedimenti dove vengono coltivati diversi prodotti agricoli (riso, fagioli, ananas, mais, yucca, etc.). Al termine della visita parteciperemo ad un workshop per imparare alcune tecniche culinarie tipiche locali e per la preparazione del “Chorrear caffè”.
Dopo la visita alle fattorie, continueremo il nostro viaggio per Cano Negro, nei pressi del Rifugio Nazionale della Vita Silvestre Cano Negro. Qui viene preservato una delle più importanti zone umide del Costa Rica, di importanza internazionale.
Sistemazione e cena presso le famiglie.

8° giorno: dopo colazione partiremo per il tour in barca della Riserva. Con l’aiuto di una guida locale verremo introdotti alla conoscenza della natura dell’area, sia dal punto di vista botanico che faunistico. Infatti nell’area sono osservabili con facilità tantissime specie di uccelli, rettili e mammiferi selvatici. Al rientro potremo gustare un delizioso pranzo preparato per noi.
Nel pomeriggio, presso la famiglia Jimenez Garbanzo, potremo visitare la piccola fattoria delle farfalle, dove questi lepidotteri dai bellisssimi colori vengono allevati.
Cena e sistemazione presso le famiglie.

9° giorno: sveglia mattutina e dopo la colazione, partiamo per Rio Celeste. Lasciati i bagagli presso la struttura iniziamo una lunga camminata nel Parco Nazionale del Vulcano Tenorio, sino al Rio Celeste.
Questo parco è uno dei più recenti istituiti nel paese ed è parte dell’Area di Conservazione Arenal: un autentico gioiello naturale. Nel fianco settentrionale del vulcano si trova il Rio Celeste, famoso per le sue acque dai toni blu, dovuti ai minerali dissolti. Vi sono anche delle sorgenti di acque calde e la zona gode di una particolare microclima, dovuto all’influenza dei due oceani, Atlantico e Pacifico. Anche una comunità indigena vive nell’area: i Malekus.
Cena in ristorante.

10° giorno: dopo la colazione partiremo per “La Fortuna de San Carlos”, il più vicino centro visita del Vulcano Arenal, la cui ultima eruzione risale al 1968, con emissione di gas, lava, cenere ed esplosioni. Uno dei suoi crateri è ancora attivo. Nel viaggio di avvicinamento ci soffermeremo brevemente in un mercato indigeno di prodotti lavorati a mano.
Sistemazione a “La Catarata”, in bungalow, presso la famiglia Vargas Quiros. Pranzo e tempo libero nel pomeriggio per passeggiate nei pressi della struttura o per una visita alla vicina cittadina.
Cena in ristorante.

11° giorno: colazione e partenza per la base del vulcano Arenal. Avremo l’opportunità di osservare, con un po’ di fortuna, nel loro ambiente naturale specie faunistiche quali il tapiro, il bradipo, il coati, uccelli quali pappagalli, il leggendario quetzal (uccello sacro agli Aztechi ed ai Maya). Pranzo al sacco. Tempo libero per relax o per l’osservazione naturalistica.
Cena presso la “Cocina de Lena”. Dopo cena visita alle sorgenti calde “Los Laureles”. Pernottamento.

12° giorno: dopo la colazione, passeggiata a cavallo verso le cascate “La Fortuna”, osservando da una posizione dominante il paesaggio circostante. Ultimo tratto dell’escursione a piedi, lungo un sentiero di grande effetto, sino ad arrivare alle cascate. Possibilità di un bagno rinfrescante.
Pranzo in ristorante nell’Arenal Oasis.
Trasferimento presso la fattoria della famiglia Sandoval Berrocal, dove visiteremo il giardino delle piante medicinali con illustrazione delle proprietà curative, dei processi colturali, della raccolta e della commercializzazione. Degustazione di tisane e the. Cena e pernottamento.

13° giorno: dopo colazione partiamo in direzione di Quepos. Pausa pranzo durante il viaggio in Orotina, presso un ristorante, dove potremo assaggiare il delizioso “chicharones”.
Sosta, durante il trasferimento, a Tarcoles per osservazione dei coccdrilli.
Alloggio in El Silencio: nato dalla lotta “campesina” per la terra, oggi svolge un ruolo importantissimo nell’ambito della conservazione delle risorse della regione, attraverso il centro di recupero di vita silvestre.
Visita al centro di recupero di vita silvestre: protezione, cure e liberazione di animali come: pappagalli rossi, cervi, scimmie, cinghiali, etc… Cena in “El Silencio”.

14° giorno: pura vida in spiaggia! dopo la colazione in  “El Silencio” della natura, partiamo verso il Parque Natural Manuel Antonio. Il parco che possiede uno dei paesaggi più impressionanti di tutto il Costa Rica, è caratterizzato da spiagge bianche e fitta vegetazione. Il parco si  trova in una zona di bosco umido tropicale, comprendente: bosco primario, bosco secondario, mangrovie, spiagge, ambienti marini, isole  ed una  laguna di 14 ettari. Pranzo al sacco  nel parco. Ritorno in “El Silencio” e cena.

15° giorno: colazione e partenza verso San José. Arrivo a San José.  Alloggio nell’albergo ecologico “El Aranjuez”. Visita libera al centro della città (mercati, musei, artigianato, etc)  e cena nel ristorante tipico “Nuestra Tierra”.

16° giorno: colazione. Transfer all´aereoporto internazionale “Juan Santamaria” di San José ed imbarco, nel pomeriggio, per il volo di rientro a Milano via Madrid. Arrivo a Milano il giorno successivo (17° giorno), nel tardo pomeriggio

Scheda Tecnica

Durata: 17 giorni / 16 notti
Partecipanti: min. 10 / max 15 partecipanti
Sistemazione: in B&B, fincas, albergo agro-ecoturistico, lodge

  • PREZZO: Quota individuale: a partire da Euro 2.900,00
  • LA QUOTA INCLUDE: volo intercontinentale Italia - Costa Rica (Milano - Madrid - San Jose), n. 14 pensioni complete, n. 1 mezza pensione, entrata ai Parchi Nazionali, entrata alle Terme, tutti i tour e le escursioni da programma, trasporti locali (minibus ed imbarcazioni), guida locale (spagnolo - inglese), accompagnatore dall'Italia, assicurazione
  • LA QUOTA NON INCLUDE: le tasse aeroportuali, il pranzo del 16° giorno, le bevande alcoliche, le mance e gli extra in genere, tutto quanto non riportato alla voce "la quota comprende"